italy flag 

I Gotland sono una band Pagan/Black Metal che nei testi raccontano principalmente dell'incontro/scontro tra due differenti culture, quella dei barbari provenienti dall'estremo nord e quella del glorioso Impero Romano, e delle conseguenze sulla storia italica scaturite da tutto questo.
Il nome Gotland è stato scelto all'unanimità partendo da precisi riferimenti storici, basandosi sulle origini dei primi sovrani italiani che, secondo le fonti, erano di origine gotica. In virtù delle radici scandinave di questo popolo, la scelta del nome è caduta sull'isola di Gotland, in terra svedese, poiché da essa si pensa partirono i Goti diretti a sud, che in seguito arrivarono a contatto con il Grande Impero.


Il progetto nasce nel 2007 ed è formato da sette membri: EG Orkan (chitarra), Víðarr (voce maschile), Vigdis (voce femminile), Var (basso), Hoskuld (batteria), Murcie (tastiera), Teodosio (violino). Con questa formazione, nel 2008, rilasciano la loro prima omonima Demo, con un sound tipicamente Folk e Viking Metal.
Nella primavera del 2009 Murcie lascia la band ed il tastierista Kaunis prende il suo posto.
Successivamente finisce anche la collaborazione con Vigdis, e entra in formazione la cantante Karol.
All'inizio di novembre del 2009, il violinista Teodosio è costretto a lasciare la band e ad inizio del 2010 anche Kaunis e Karol cessano la collaborazione con i Gotland, che proseguono con la sola voce scream/growl di Víðarr.

bio 2015 aInizia così un nuovo percorso musicale della band, con il sound che comincia ad assumere sonorità più estreme ed al tempo stesso epiche, grazie alle composizioni orchestrali concepite da EG Orkan e Hoskuld. Questo è il sound che caratterizza la seconda uscita discografica della band, l'EP “Behind the Horizon", uscito nel 2010 e accolto subito con entusiasmo dalla critica.
Successivamente lo stile della band continua ad evolversi diventando ancor più aggressivo, con aperture verso generi come il Black Metal.
Nel periodo di settembre 2011 Arnbjörn (seconda chitarra) e Jötunn (tastiera e cori) entrano in sala prove con la band ed esordiscono col gruppo il 5 novembre, in occasione della terza edizione del Metal Alliance Fest; ma nel luglio 2012 termina la collaborazione con Jötunn, il cui ruolo non viene sostituito.
La band inizia a lavorare su nuovo materiale e Arnbjörn, oltre alle chitarre, inizia ad affiancare Víðarr nelle parti vocali, e si conferma all'altezza delle aspettative come seconda voce del gruppo.
Questo percorso musicale verso un Epic/Pagan Black Metal (in cui il folk degli esordi rimane solo come influenza secondaria) si completa nel 2014 con la pubblicazione del primo full-length "Gloria et Morte", registrato presso l'Alarm Studio di Torino e completamente autoprodotto dalla band. Da questo lavoro viene tratto il video ufficiale "Slaves ov the Empire", girato nello scenario di un'autentica arena romana.


Nel febbraio 2015 il cantante Víðarr, dopo 8 anni da frontman della band, abbandona il progetto, ma fortunatamente, nel giro di brevissimo tempo, viene reclutato il nuovo singer Irmin.
La nuova line-up, che debutta in sede live nell'estate 2015, è attualmente in fase di lavoro sul nuovo materiale per l'album successore di "Gloria Et Morte".
Durante questi anni di attività, la band ha avuto l'onore di dividere il palco con numerosi e importanti gruppi del panorama metal, sia italiano che estero, come Eluveitie, Heidevolk, Corvus Corax, Cruachan, Folkstone, Furor Gallico, Draugr, Voltumna, Necrodeath e ha avuto la possibilità di partecipare a prestigiosi festival, come il rinomato Fosch Fest, nel 2010. Inoltre la band ogni anno in autunno organizza il Metal Alliance Fest, festival gratuito e no-profit che è passato dall'essere una vetrina per band emergenti piemontesi a un appuntamento fisso nel panorama underground nazionale, e da Aprile 2014 è iniziata una nuova avventura targata “Barbaric Legions”, poiché ha preso vita l'Italic Pagan Fest, festival che è nato col preciso scopo di diffondere la passione e la musica delle bands emergenti e quelle più influenti della scena Folk/Viking/Pagan/Black Italica.


Si ringraziano Alessio Sogno della Alarm Studio per la registrazione di “Gloria et Morte” e, insieme a Gabriele Nasi, per la sessione fotografica, Christophe Szpajdel (“Lord of the logos”) per il logo ufficiale della band e Isis Sousa per il logo “Barbaric Legions”, Jean-Pascal Fournier per la copertina di “Gloria et Morte” e Silvana Massa per il retro-copertina e Marzia Selmo per il nostro sito internet ufficiale www.gotlandmetal.com

  

 

 

england flag 

Gotland are a Pagan/Black Metal band, whose lyrics mainly concern the meeting and conflict between two different cultures, the barbaric populations coming from North and the glorious Roman Empire, and the consequences this had in Italian history.
The name Gotland was chosen unanimously, referring to precise historical references based on the origin of the first Italian sovereigns whom, according to the sources, were of Gothic origin. The choice of the name fell upon the Gotland island in Swedish territory, because it is thought that from there, the Goths heading South left when they came into contact with the Great Empire.
This musical project was born in 2007, formed by seven members: EG Orkan (guitars), Víðarr (male vocals), Vigdis (female vocals), Var (bass), Hoskuld (drums), Murcie (keyboards), Teodosio (violin). With this line-up, in 2008 they release their first self-titled Demo, with a typical Folk/Viking Metal sound.


In the Spring of 2009 Murcie leaves the band, and in her place joins the keyboardist Kaunis.
Some time later, the collaboration with Vigdis comes to an end, and she is replaced with the singer Karol.
At the beginning of November 2009 the violinist Teodosio is unfortunately forced to leave the band and in the beginning of 2010 Kaunis and Karol split up from Gotland too, and the band keeps on its work with just Viðarr's scream/growl voice. This is the very beginning of a new musical path of the band, the sound is tending to more extreme and epic territories, thanks to the orchestral compositions of EG Orkan and Hoskuld. This is the sound that characterize the second record release of the band, the EP “Behind the Horizon", out in 2010 and immediately welcomed with enthusiasm by critics.
Then, the style of the band continues to evolve becoming more aggressive, with openings to other genres, like Black Metal.

bio 2015 bDuring September 2011, Arnbjörn (second guitar) e Jötunn (keyboard and backing vocals) come into the rehearsal room with the band and have their debut concert on November 5, 2011 during the third Metal Alliance Fest edition, but in July 2012 collaboration with Jötunn comes to end and the band decide not to replace his role.
The band begins to work on new material and Arnbjörn, in addition to guitars, begins to support Víðarr for vocal parts, and he's confirmed up to expectations as second vocalist.
This musical path to an Epic/Pagan Black Metal (where the folk parts of the beginning are now only a secondary influence) is complete only in 2014 with the release of their first full-length album "Gloria et Morte", recorded at Alarm Studio in Turin (Italy) and completely self-produced. From this album it's picked the song "Slaves ov the Empire" for the release of an official video, shot in the setting of a real Roman arena.


In February 2015 the singer Víðarr, after being the frontman of the band for 8 years, leaves the project, but fortunately, in a very short time, the new singer Irmin is recruited.
The new line-up, that debuts on stage in Summer 2015, is now working on new material for the new album after "Gloria Et Morte".
During these years, the band had the honor to share the stage with many and important groups of the metal scene like Eluveitie, Heidevolk, Corvus Corax, Cruachan, Folkstone, Furor Gallico, Draugr, Voltumna, Necrodeath and they had the possibility to participate at some great festivals, like the well-known Fosch Fest in 2010. Moreover the band organizes the Metal Alliance Fest every year in Autumn, a free-entry and nonprofit festival that now is a regular and awaited appointment in the Italian metal scene, and April 2014 marks the beginning of a new adventure labeled “Barbaric Legions”, because it gives birth to the Italic Pagan Fest, a newborn festival which goal is to spread passion and music of all the emerging bands and of the most influential of the Italic Folk/Viking/Pagan/Black scene.
A big thanks to Alessio Sogno of Alarm Studio for the recording of “Gloria et Morte” and, together with Gabriele Nasi, for the photosession; Christophe Szpajdel (“Lord of the logos”) for the band's official logo and Isis Sousa for the "Barbaric Legions" logo; Jean-Pascal Fournier, for the cover of “Gloria et Morte” and Silvana Massa, for the back-cover and Marzia Selmo for our official website www.gotlandmetal.com



 


Designed by MX (Copyright © 2013)

Con riferimento alla normativa europea ti informiamo che il sito gotlandmetal.com utilizza cookies tecnici e di terze parti. Cliccando sul pulsante ACCETTA presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Clicca qui per visionare l'informativa estesa